Post Format

Il multiaccount di Instagram non mi cambierà la vita

il-multiaccount-di-instagramÈ finalmente arrivato. Dopo due versioni “beta” (una per Android prima di Natale, una per iOS la scorsa settimana), adesso tutti noi abbiamo il multiaccount di Instagram.

C’è chi lo definisce il sogno di ogni social media manager, ma confesso che i miei desideri erano altre due funzionalità non ancora presenti se non in via ufficiosa.

Il 13 gennaio infatti ho dichiarato pubblicamente che gli strumenti che per lavoro mi sono davvero indispensabili sono l’upload da computer e la programmazione dei post, sogni che per fortuna ho realizzato già da tempo.

Il mio articolo su Onlypult.

Su instagramersitalia.it ho scritto un’approfondita recensione su Onlypult uno strumento che, questo sì, mi ha svoltato la vita da social media manager.

Con Onlypult ho:

  • caricamento delle foto da computer DIRETTO (niente passaggi da smartphone come i vari Latergramm.me o Hootsuite).
  • programmazione dei post con indicazione precisa di giorno ora minuto e con un chiaro calendario delle pubblicazioni da effettuare
  • multiaccount da computer
  • multi gestione: possibilità di gestire account diversi con collaboratori diversi
  • analitycs: ogni account ha le sue statistiche, dettagliate quasi quanto quelle di Iconosquare


Acquista Onlypult col 10% di sconto!

L’importanza del caricamento diretto da computer.

Del resto non vorrete mica farmi credere che la NASA o il National Geographic usino lo smartphone per scattare quelle meavigliose foto che condividono quasi ogni giorno? Così come dubito fortemente che sia davvero Peter Griffin a scattare le foto con il proprio smartphone ;).

Ecco, vi assicuro che passare una foto dal computer allo smartphone è una bella seccatura (soprattuto se lo si deve fare per più account diversi), così come lo è anche semplicemente trasferire il testo della description dal pc al device.

Il multiaccount di Instagram per il community management.

Naturalmente il multiaccount di Instagram non è inutile. Anzi! Proprio usato in combinazione con Onlypult potrà rivelarsi prezioso, sia per superare l’unico limite di Onlypult (taggare le persone all’interno di una foto), sia per fare nei “tempi morti” (metro, treno, coda all’Esselunga) attività di community management.

Per il resto trovo inoltre molto sensate le considerazioni che Andrea Antoni ha fatto nel suo blog.

Author: Davide Morante

Sono Davide Morante, social media manager di Parma (anche se al momento mi muovo spesso anche tra Pavia e Milano).
Mi occupo di comunicazione social per le aziende: elaboro strategie per la presenza sui social network (Facebook, ma anche Instagram, LinkedIn, Pinterest e Twitter) e li gestisco in prima persona.

One comment

Lascia un commento

Required fields are marked *.


Menù