L’importanza del piano editoriale Facebook

piano editoriale facebookQualsiasi attività che decide di comunicare sul più diffuso social network del mondo dovrebbe considerare di redigere periodicamente il “piano editoriale Facebook” (o anche Instagram, Twitter, Pinterest): un documento in cui indicare cosa pubblicare sulla pagina, come pubblicarlo e quando.

Perché redigere un piano editoriale Facebook?

Ci sono tante ottime ragioni a supporto dell’importanza di questo “documento”. Read more →

Snapchat o Instagram: cosa è meglio per una PMI?

Snapchat Snapchat è stato il social network più cool del bienno 2015-2016, ma non ha fatto in tempo a raggiungere quella massa critica che gli avrebbe garantito il successo.

Molto probabilmente perché nell’estate del 2016 Instagram ha introdotto le “Stories”: contenuti molto simili agli “snap” in un contesto già consolidato.

Perché quindi investire anche su Snapchat? Read more →

Report Facebook: un primo, semplice esempio

Compilare un report Facebook della propria attività social è importante; permette di comprendere se stiamo percorrendo la strada giusta e di rispondere a queste domande:

  • Quanto è apprezzata la mia pagina?
  • Quali sono gli argomenti più apprezzati da chi visita la mia pagina?
  • Quali sono gli strumenti (link, immagini, video) più apprezzati?

In realtà la domanda VERA dovrebbe essere:

Sto raggiungendo l’obiettivo che mi ero posto con la strategia?

A questa domanda può rispondere solo chi ha definito l’obiettivo della strategia (aumento vendite, caring, brand awarness, benchmark su uno specifico competitor) e soprattutto definito i parametri per misurarlo.

In questo articolo cercherò di dare qualche indicazione su come rispondere alle prime 3 domande, che sono un po’ più generali. Read more →

Siamo social media manager, non social media “cosi”


Tanti di coloro che fanno la mia professione, si definiscono “social media COSI”. Già. COSI.

E confesso che per un periodo lo facevo anche io.

Probabilmente perché la nostra è una professione di cui è ancora poco chiara l’attività. Così poco chiara che un’amica si è sentita proporre un pagamento orario in base ai minuti che le servono per pubblicare un post (SIC!).

Spero che abbia avuto modo di spiegare al suo cliente che dietro i pochi minuti che occorrono per “pubblicare fisicamente un contenuto” c’è lavoro. Tanto lavoro. Read more →

Menù