Post Format

Il nuovo algoritmo di Instagram

L’algoritmo di Instagram è “quella formula” che decide per quanto tempo e a chi mostrare una foto da noi pubblicata: il “news feed” infatti non è più mostrato in ordine temporale, ma di “rilevanza”… rilevanza calcolata, appunto, dall’algoritmo, causa di gioie, ma soprattutto dolori delle aziende e degli influencer… e di noi social media manager.

Come funziona l’algoritmo di Instagram

Phil Gonzalez, il creatore della community internazionaIe Igers, ha pubblicato un post in spagnolo in cui spiega il funzionamento dell’algoritmo di Instagram … ecco, in sostanza, cosa dice.

Quando pubblichiamo alcuni contenuti su Instagram, solo una piccola percentuale dei nostri follower vede i nostri contenuti. In genere il 10 % (percentuale che varia in maniera inversamente proporzionale al numero di follower: meno follower si hanno, più la percentuale è alta e viceversa).

Interazioni

Se il post, mostrato inizialmente al 10% di follower / persone riceve tante interazioni (like e commenti “di qualità”) nei momenti iniziali, verrà quindi mostrato al resto dei follower e anche inserito nella sezione scopri dell’app.

Commenti di qualità e autentici

Come detto le interazioni sono importanti, ma è anche importante che siano di qualità: dopo l’invasione di (ro)bot che lasciano automaticamente commenti alle foto, Instagram ha deciso che terrà conto solo dei commenti con più di 4 parole: cercate di essere quindi un po’ “paraculi” e scrivere una descrizione che spinga ai commenti “complessi”.

Rispondere ai commenti “presto”

Sembra anche abbastanza importante rispondere ai commenti che ricevuto: non farlo darebbe l’impressione di usare l’app solo per pubblicare e questo all’algoritmo di Instagram non piace, visto che il suo obbiettivo è di farci trascorrere più tempo possibile al suo interno. Ulteriore sforzo richiesto è quello di dover rispondere ai commenti ricevuti entro un’ora

Usare le storie

Instagram ha puntato tanto sulle storie… ecco che ci spinge a usarle e premia in termini di visibilità chi ne pubblica. Al momento sembra persino tollerare chi pubblica un… “avviso di nuova foto condivisa”. Domani, chissà…

Hashtag

Tempo fa ho consigliato di creare delle liste di hashtag e di usarle poi a seconda della tipologia di foto… adesso devo avvisare che usare sempre gli stessi hashtag può essere dannoso e portare allo “shadow ban” (le foto saranno visibili solo ai follower): già… dall’oggi al domani vale tutto e il contrario di tutto…

E poi dicono che il mestiere di social media manager sia facile…

Segui gli hashtag

Da qualche tempo è possibile seguire gli hashtag e per veder le foto che lo tengono all’interno del newsfeed. Siccome pare che Instagram “premi” chiunque usi le sue funzioni, anche seguire uno o due hashtag porti beneficio alla propria visibilità.

Due pratiche non piacciono all’algoritmo di Instagram

Editare la descrizione di una foto e pubblicare una foto, cancellarla dopo poco tempo per poi ripubblicarla sembrano essere pratiche che non piacciono più molto al nuovo algoritmo di Instagram. il motivo non è ben chiaro, ma pare che siano state in passato (pessime) consuetudini di tanti instagrammers (con due m) a cui Instagram ha deciso di dare un taglio.

E quindi cosa fare?

Concentrati sul tuo progetto fotografico: è una cosa che Instagram non potrà mai portarti via e che, volendo, puoi “esportare” fuori dalla piattaforma. Io sono passato da un profilo “didascalico”, da cartolina, ad una gestione del profilo più personale… con il racconto del mio lavoro, dei momenti passati assieme alla mia compagna, alle vicende del mio gatto… i “risultati” in termini di like e interazione è suppergiù lo stesso, ma adesso mi sto “divertendo di più”. Per aggiungere un po’ di pepe, però, ho iniziato il progetto “ogni due foto” per creare un profilo “a sezioni”, ne parlo nel post precedente a questo: Il progetto “ogni due foto” per il tuo profilo Instagram.

Fai delle belle foto: orizzonti dritti, regole dei terzi, sezione aurea, ben messe a fuoco e ferme

Cura le didascalie: aggiungi valore allo scatto scrivendo qualcosa di più e che magari spinga all’iterazione.

Ma soprattutto DIVERTITI.

Author: Davide Morante

Sono Davide Morante, social media manager di Parma (anche se al momento mi muovo spesso anche tra Pavia e Milano). Mi occupo di comunicazione social per le aziende: elaboro strategie per la presenza sui social network (Facebook, ma anche Instagram, LinkedIn, Pinterest e Twitter) e li gestisco in prima persona.

One comment

  1. Ludovica Di Gregorio

    18/03/2018 @ 18:22

    Salve Davide. Ho da poco aperto un profilo su alimentazione e fitness. I primi 4 post, utilizzando hashtag comuni sono andati molto bene, dal quinto post, cliccando su quei determinati hashtag la mia foto non c’e Più. AL di là del motivo, che non credo ci sia, avresti dei consigli da darmi per questa situazione? Continuare a postare? Smettere? Postare con o senza hashtag? Mi toglieranno mai questo “ban”? Grazie mille, e buona serata.

Lascia un commento

Required fields are marked *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Menù

Cliccando "ACCETTO" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) - Clicking on "ACCETTA" you approve our privacy, data management and cookie policy (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003) - maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi