Article
0 comment

Instagram Reels: Facebook sfida TikTok

Instagram-reels

Ad agosto 2020 Facebook ha rilasciato gli Instragram Reels, la risposta (un po’ tardiva in effetti) a TikTok.

Come l’app cinese, si tratta di uno strumento di video editing: con gli Instagram Reels possiamo creare dei mini video da 15” (già portati a 30) non più in un’unica registrazione come per le Storie, ma con la possibilità di interrompere e riprendere a piacimento la registrazione del video. Questa possibilità permette di fare alcune cose molto interessanti direttamente dal nostro smartphone, anche se c’è sin da subito la possibilità di caricare un video dalla galleria dellosmartphone.

Instagram Reels: caratteristiche tecniche 

Vediamo prima qualche caratteristica tecnica.

Durata: Minimo 3 secondi e massimo 30 (inizialmente la durata massima era di 15 secondi).

Formato video: Mp4

Risoluzione: Minimo 1080P, 4K se disponibile; la risoluzione verrà poi ridotta a 720 dopo l’upload.

Proporzione: 9:16 per i dispositivi iOS; a seconda del dispositivo per quelli android

Instagram Reels: funzionamento

Per creare un Reels vi sono due possibilità: 

  1. dalla schermata del feed (quella in cui vedi le foto delle persone che segui) devi cliccare sulla telecamerina in alto come per creare un Storia e poi selezione Reels tra i tipi di contenuti; 
  2. dalle altre schermate, invece, devi cliccare sul + (sempre in alto a destra e lì scegliere tra le varie opzioni);

reels-1

Ad un Reels puoi aggiungere un audio (ma non se hai un account aziendale, ne ho parlato in un episodio di Divertiamoci coi social che trovi nelle IGTV, su Facebook e YouTube), puoi registrare in slowmotion o accelerato e puoi aggiungere un effetto distorsivo della tua faccia.

Interessante la funzione TIMER: permette di ritardare l’inizio della registrazione, ma anche di stabilire la durata della clip e interrompere automaticamente la registrazione e “bilanciare” le varie parti del Reels.

La funzione Allinea: serve per posizionare lo smartphone o il volto di una persona nell’esatta posizione della clip precedente, in modo da non far percepire lo stacco da una clip all’altra, creando effetti di o cambi d’abito.

Reels-2

Una volta completato il Reels, puoi aggiungere un testo decidendo quando deve comparire e quando scomparire: qua un esempio

Una volta che il Reels è completato puoi pubblicarlo come Reels o come Storia (nel secondo caso NON PUOI modificarlo ulteriormente aggiungendo altri effetti o sticker).

Condividendolo come Reels, invece, puoi aggiungere una didascalia all’interno della quale ti consiglio di aggiungere hashtag ed eventuali menzioni ad altri profili (a differenza delle Storie, gli hashtag e le mention all’interno del video aggiunti come testo non sono “interattivi”).

Puoi modificare l’immagine di anteprima scegliendo tra: 

  • la prima immagine del video
  • un fotogramma particolare 
  • caricare un’altra immagine (ovviamente preparata in precedenza)

Una volta pubblicato il Reels sarà visibile:

Per alcuni profili, il reel viene pubblicato anche nella sezione principale del profilo…nel mio no. 

Ovviamente possiamo poi condividere il Reels nelle storie (verranno mostrati solo i primi 15 secondi) o inviarli via DM.

NOTA 1:

Nel mio iPhone (iOS 14), una volta pubblicato il Reels, ne rimane una versione in bozza e questo è interessante per due motivi.

  1. Posso correggere eventuali refusi nelle scritte senza dover registrare tutto dall’inizio
  2. POSSO RIPROPORRE lo stesso Reels con scritte diverse e copertina diverse (economizzando quindi la produzione dei contenuti).

Ho specificato modello e S.O. perché nello smartphone Android di Silvia, la bozza non viene conservata, quindi non so se è una particolarità mia o sua.

reels-3

NOTA 2:

Nella specifica sezione i Reels vengono disposti su 3 colonne:

reels-4

volendo puoi seguire lo schema “ogni due foto” anche per i reels e avere già un primo piano di quali contenuti produrre.

Il “30 day reels challenge”

Per prendere confidenza con Reel ho deciso di partecipare al “challenge” di Bree Design: 30 temi per avere spunti, idee, esempi, how to, stimoli per fare dei reel legati al lavoro, ti consiglio di partecipare… anche perché il cambio con i dollari australiani è particolarmente vantaggioso 😉

Clicca qui e acquistalo subito!

Conclusioni

I Reels sono chiaramente una funzionalità “consumer”, rilasciata per dare agli utenti lo stesso divertimento che trovano su Tik Tok. Per le aziende al momento mancano alcune funzioni, ma non per questo non possono essere sfruttati poiché offrono spunti interessanti e sono molto più longevi. Pertanto confido che col tempo si arricchiranno di strumenti anche per le aziende.

Se desideri altre info NON PERDERE LA PROSSIMA NEWSLETTER del 22 ottobre: approfondirò l’argomento dei Reels con alcune risposte alle domande più comuni e darò qualche spunto per usarli per la tua azienda. Se non sei già iscritto, puoi farlo da questa pagina

Posted by

Sono Davide Morante, social media manager. Mi occupo di comunicazione social per le aziende e associazioni: elaboro strategie per la presenza sui social e ne supervisiono la gestione.

Lascia un commento

Required fields are marked *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.