Article
0 comment

iOS 14 e Facebook Ads: cosa c’è da sapere, cosa c’è da fare

iOS 14 e Facebook Ads

Non so se ci hai già fatto caso, ma già da qualche tempo le pubblicità Apple evidenziano un atteggiamento protettivo verso la privacy delle persone; prima di dire “BENE!”, però, considera che questo aspetto potrà incidere anche sulle Facebook Ads che stai facendo per promuovere i tuoi prodotti, i tuoi servizi, i tuoi corsi.

L’App Tracking Transparency di iOS 14

Apple ha reso obbligatorio a tutti gli sviluppatori l’adesione al App Tracking Transparecny Framework: le app dovranno richiedere esplicitamente il consenso per raccogliere e condividere alcuni dati. Presumibilmente molti lo negheranno impedendo a Facebook di raccogliere alcuni dati necessari a “mostrare il contenuto giusto alle persone giuste nel momento giusto

iOS 14 e Facebook Ads-1

Il calo del 60 % dei risultati 

Uno degli strumenti più potenti che Facebook ci metteva a disposizione, era il cosiddetto “retargeting”: ossia di mostrare un annuncio particolare a chi aveva già visto una pagina particolare del nostro sito. 

Era essenzialmente permesso dal Pixel di Facebook che ci consentiva di creare pubblici in base alle azioni compiute sul nostro sito: grazie a quella stringa di codice inserita nel nostro sito, Facebook poteva raccogliere molti dati sui visitatori e, con i suoi potenti algoritmi, creare anche una “LookALike Audience”, cioè un pubblico simile a quello dei nostri visitatori e migliorare di molto le performance delle nostre ads.

Facebook stima un calo dei risultati di circa il 60%: immagina quale possa essere l’impatto sia per le grandi imprese che investono decine o centinaia di migliaia di euro in Facebook sia per le PMI in cui, anche il singolo euro, deve essere investito al massimo.

Cosa ha deciso Facebook

Per essere compatibile con iOS 14, introdotto a ottobre 2020, ma i cui effetti saranno attivi da fine marzo Facebook ha:

  1. Introdotto la Misurazione degli Eventi Aggregati: in pratica riduce a 8 gli eventi che puoi tracciare sul tuo sito
  2. Ridotto la Finestra di Attribuzione a 7 giorni dal click
  3. Aggiornato il Facebook SDK e il Facebook Login (roba da sviluppatori)

iOS 14 e Facebook Ads: cosa devono fare gli advertiser

La prima cosa da fare è Verificare il Dominio tramite Business Manager e associarlo alla pagina: l’operazione è davvero banale e la trovi ben spiegata sempre sul sito di Facebook

L’altra cosa da fare è riconfigurare gli eventi conversione riducendoli ad 8 stabilendo quali sono quelli prioritari. 

Anche in questo caso Facebook ha prodotto una guida che spiega tecnicamente come fare, ma ci sono anche delle scelte strategiche da dover fare che variano di caso in caso.

Conclusioni su iOS 14 e Facebook Ads

Non so tu, ma io mi sento tanto un “vaso di coccio tra vasi di ferro” di manzoniana memoria: quello che mi spiace è che, mentre per le grandi aziende sarà più o meno facile adeguarsi, le piccole pagheranno lo scotto maggiore in un periodo in cui hanno anche tantissimi altri problemi.

Dall’altra parte, mi rendo conto delle esigenze di privacy delle persone, per cui, se pensavi che i vasi di ferro fossero Facebook e Apple…beh, ti sbagliavi ;).

Ovviamente se hai domande o bisogno di aiuto, puoi contattarmi e ti darò volentieri una mano.

 

ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER E SCARICA GRATIS TRE PDF SUL SOCIAL MEDIA MARKETING 

Posted by

Sono Davide Morante, social media manager. Mi occupo di comunicazione social per le aziende e associazioni: elaboro strategie per la presenza sui social e ne supervisiono la gestione.

Lascia un commento

Required fields are marked *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.